Curiosità

Astri Amari, il progetto di astrologia transfemminista in cui gli astri sono strumento per autodeterminarsi

Astri amari
Gli oroscopi di
Astri Amari è il progetto di un'astrologa "anarchica, antifascista e antispecista" finalizzato a dare un nuovo significato a una pratica antichissima, spesso snaturata, che può dare informazioni importantissime per conoscersi meglio e ri-conoscere se stessi

Si definisce "una fattucchiera lesbica, anarchica, antifascista e antispecista che pratica un’astrologia eretica". Chi ci sia dietro al nome d’arte Astri Amari non è noto, ma l’autodescrizione dice già tutto ciò che c’è de sapere per approfondire la sua conoscenza.

Chi vuole un approccio diverso all’astrologia può seguirla su Instagram, dove conta su quasi 6.300 follower, o su X, dove Astri Amari si lascia andare a considerazioni e riflessioni che al mondo delle stelle uniscono temi politici e sociali, spaziando dai diritti della comunità LGBTQIA+ all’ambiente.

Nel mondo variegato degli astrologi, Astri Amari spicca proprio per la modalità anticonformista e spirituale con cui affronta il tema. Il suo progetto «è l'incarnazione materica e virtuale di anni di studio autodidattico dello Zodiaco, è il desiderio di aprire le porte e le finestre sull'esperienza concreta e immaginifica che offrono le stelle, è la scelta di farlo sul piano emotivo e comunicativo». 

LEGGI ANCHE - Salute mentale: come la meditazione può aiutare i 12 Segni Zodiacali

L'astrologia per Astri Amari, uno strumento di autoesplorazione

Astri Amari sfrutta i social a scopo divulgativo, considerando la materia in cui è esperta «uno strumento con cui scuotere le catene», prime tra tutte quelle della società, e ci tiene a specificare che l’astrologia può diventare un modo per conoscersi meglio, per osservare se stessi «fuori dai tranelli dell’identità, di riconoscersi esattamente pur cambiando nel tempo, di rivendicare il senso di appartenenza e il significato di scopo, di cercare connessione con le persone attraverso la bellezza delle stelle».

«Il cosmo risulta essere sicuramente un posto migliore della Terra, dove invece le persone hanno solo due possibilità: maschio o femmina - spiega ancora sul suo sito - Spirituale e politico s’intrecciano così nell’astrologia di Astri Amari, con l’idea che il corpo sia come un campo di variabili interpretative, orientato verso chi sono e non quello che sono».

L’astrologia d’altronde negli ultimi tempi sta vivendo un periodo di grande interesse collettivo, diffondendosi in modo trasversale tra giovani e meno giovani e allontanandosi dal pregiudizio che la vuole una materia che, a volte in modo truffaldino, promette di fare previsioni sul futuro, sull’amore e sulla carriera e di aiutare a prendere decisioni tagliate con l'accetta. È diventata piuttosto un modo per approfondire le proprie caratteristiche caratteriali e la propria personalità, per esplorare se stessi e capire meglio la propria identità.

Astri Amari cerca di fare proprio questo, invitando a una più profonda riflessione sull'identità e ad abbandonare i preconcetti, confermando come possa diventare il manifesto soprattutto delle persone queer. Questo principalmente grazie a un approccio «descrittivo e non prescrittivo», orientando non tanto verso chi si è, ma verso ciò che si è: «Non c’è determinismo - chiarisce - lo Zodiaco offre molte possibilità di lettura rispetto alla norma, che invece divide il mondo in categorie binarie. Per questo il segno dato alla nascita non è uguale al genere dato alla nascita, ma anche perché le combinazioni tra segni e pianeti sono molte di più, mentre i generi per la norma sono due».

Nei Segni Zodiacali, nel tema natale, nei pianeti e nei quattro elementi (fuoco, acqua, aria e terra), Astri Amari trova uno strumento prezioso di autodeterminazione, perché consente alle persone di decidere come utilizzare e identificarsi con le informazioni che forniscono su di loro: non aiuta a prendere decisioni né le condiziona, nonostante la narrazione classica dell’Oroscopo, ma dona loro una diversa prospettiva per imparare a conoscersi e a raccontarsi.

Diverse persone dopo il consulto mi dicono che se avessero saputo queste cose di loro tempo fa avrebbero avuto un percorso quantomeno più agevolato. Sarà quindi ora di smetterla di dire che l’astrologia distrae della realtà, visto che invece allarga la riflessione sul reale

Dal suo lavoro Astri Amari ha tratto anche un libro, intitolato Astri Amari: Per un'astrologia transfemminista, in cui riassume la sua visione: «Questo saggio vuole scardinare il pensiero verticale ed escludente alla base di una pratica che, con i giusti strumenti, può diventare uno strumento femminista e trasversale di lotta all’oppressione, di comprensione di sé e di consapevolezza».

Un'astrologia «lontana dalla narrazione da rotocalco», che diventi «elogio e celebrazione del margine, della solidarietà, della relazione tra animali umani e non umani, per osservarsi fuori dai tranelli dell’identità, di riconoscersi esattamente pur cambiando nel tempo, di rivendicare il senso di appartenenza e il significato di scopo».

Leggi gli oroscopi di

Seguici su
Riproduzione riservata