Astrologia

Sinastria di coppia: cos’è e come si calcola l’affinità zodiacale

21-03-2024
Gli oroscopi di
Con quale Segno Zodiacale andiamo più d’accordo? Alzi la mano chi non si è mai posto questa domanda. Anche in Astrologia, le relazioni di coppia catturano l’interesse e l’attenzione di tante persone che cercano nuovi strumenti per comprendere meglio sé stessi e gli altri

Il falsi miti sull'affinità tra Segni Zodiacali

Solitamente si dice che si va d’accordo con i Segni che appartengono allo stesso elemento. E così ci si ritrova a credere che Ariete, Leone e Sagittario (Fuoco) vadano d’accordo tra di loro. Toro, Vergine e Capricorno (Terra) sono affini tra di loro così come Gemelli, Bilancia, Acquario (Aria) e Cancro, Scorpione, Pesci (Acqua). Qualcuno sostiene anche che il Fuoco vada d’accordo con l’Aria e la Terra con l’Acqua.

Tutto questo, però, è molto riduttivo perché si tiene conto soltanto della posizione del Sole al momento della propria nascita e non si prende in considerazione il fatto che nel proprio Tema Natale possa prevalere un elemento diverso da quello del proprio Sole.

Inoltre, nelle relazioni di coppia (e non solo) bisognerebbe tenere in considerazione la posizione di tanti altri Pianeti all’interno del Tema Natale di entrambi i partner. Venere, per esempio, indica il modo di amare e Mercurio le capacità comunicative.

Affinità di coppia: come si calcola davvero

Per verificare se due persone sono astrologicamente compatibili, e non soltanto come coppia di fidanzati o amanti ma anche amici, colleghi o parenti etc., occorre come prima cosa analizzare il Tema Natale di entrambi per valutare che tipo di approccio hanno in famiglia, con gli amici o in campo sentimentale. Anche il rapporto coi genitori può influenzare alcuni comportamenti che si tendono poi ad avere al di fuori del contesto domestico. È importante capire se siamo di fronte a due individui estroversi o introversi, che hanno più o meno capacità di comunicare, che hanno abbastanza autostima oppure si sentono sempre insoddisfatti.

Una volta che si è fatta un’indagine di questo tipo, si può procedere con lo studio della sinastria, che esamina contemporaneamente il Tema Natale di entrambi i partner, considerando in che modo interagiscono tra di loro ed evidenziando i punti di forza e i punti di debolezza della relazione.

Sinastria: cos'è e come scoprirla

Per calcolare la sinastria, innanzitutto di inseriscono in un unico grafico i Pianeti e le case di entrambi i partner. A seconda del tipo di relazione che si sta studiando, merita sicuramente un approfondimento lo studio delle Case Astrologiche. Facendo interagire due Temi Natali tra di loro, i pianeti di uno possono essere collocati nel grafico dell’altro, dove occuperanno una determinata Casa Astrologica

Per esempio, se si vuole analizzare il rapporto col proprio padre può essere interessante uno studio sulla quarta casa astrologica, mentre con la propria madre uno studio sulla decima casa

Il settore legato alle amicizie, invece, è l’undicesimo. La settima casa ci parla di relazioni a tutto campo e può indicare matrimoni o associazioni di ogni sorta. La casa dell’eros, dell’amore e dei figli, invece, è la quinta. 

I Pianeti da prendere in considerazione nella sinastria

In una sinastria tra due persone, sicuramente è interessante studiare l’interazione tra il Sole di uno e la Luna dell’altro, quindi come si concilia il proprio mondo esteriore con i bisogni intimi e interiori dell’altro. Molto spesso si trova una congiunzione tra il Sole di uno e la Luna dell’altro quando si studia la sinastria tra padre e figlia o tra mamma e figlio. Il Sole e la Luna, infatti rappresentano due archetipi importanti e la Luna parla proprio del mondo femminile. Può indicare le figure femminili della propria famiglia e non soltanto quella materna.

Nelle relazioni amorose merita un approfondimento anche lo studio dell’interazione tra Marte (il maschile) e Venere (il femminile)

In particolare, la congiunzione tra Marte di lei e Venere di lui possono indicare un’attrazione fisica e sessuale molto forte. In generale, se ci sono aspetti significativi tra i rispettivi Marte e Venere natali, l’attrazione aumenta. Il coinvolgimento di Plutone potrebbe dare un’ulteriore spinta in questa direzione.

Mercurio in buon aspetto con la Luna del partner può indicare la facilità nel comprenderne lo stato d’animo e la capacità di aprirsi vicendevolmente, confidandosi le proprie emozioni

Saturno in buon aspetto coi Pianeti del partner, invece, è di buon auspicio per la durata o per la solidità e stabilità di qualsiasi relazione.

Insomma, si può fare uno studio molto dettagliato e accurato che tenga conto di tutti i Pianeti e di tutti gli aspetti astrologici che si vengono a creare. Questo richiede tempo e dedizione.

La sinastria può dire se una relazione durerà per sempre?

No, è importante sottolineare che la sinastria ci parla della qualità di un rapporto, ma non della sua durata. Quindi ci può dire che tipo di rapporto possiamo avere, ma non se durerà un mese, un anno o per tutta la vita.

Leggi gli oroscopi di

Seguici su
Riproduzione riservata